Analisi acque e reflui civili ed industriali

L’acqua è un elemento fondamentale nella vita dell’uomo, per questo non bisogna mai trascurare l’importanza di effettuare analisi e controlli periodici sulla sua composizione e vigilare sul rispetto delle norme imposte dalle direttive europee.

Le acque si distinguono in acque reflue, superficiali e sotterranee. In riferimento a queste tre categorie, il laboratorio Ecoanalisi Salento da circa cinque anni offre a privati e aziende un servizio qualificato e certificato di analisi delle acque in provincia di Lecce e in Puglia. Garantire un valido controllo della salubrità delle acque e della loro conformità alle normative nazionali e alle direttive dell’Unione Europea, significa impegnarsi per salvaguardare l’ambiente e la salute dei cittadini.

Prendendo in esame le acque utilizzate per le piscine, è necessario ad esempio che abbiano una composizione tale da rispettare i canoni stabiliti dalla legge e garantire adeguate condizioni igienico sanitarie, nello stesso modo vanno effettuati controlli costanti sulle componenti delle acque di falda, delle acque reflue (acque di scarico degli impianti produttivi) e delle acque superficiali in modo da tutelare i cittadini.

Il Laboratorio Ecoanalisi Salento effettua analisi delle acque a Lecce prelevando dei campioni e facendoli analizzare da personale esperto e specializzato, tramite l’utilizzo delle più avanzate strumentazioni e tecnologie conformi alle vigenti metodiche di analisi ufficiali .

Ecoanalisi Salento, punto di riferimento per l’analisi delle acque reflue, superficiali e sotterranee a Lecce, si occupa nel dettaglio di:

  • Analisi chimico/fisiche/microbiologiche su:
    • Acque potabili (D.Lgs. 31/01);
    • Acque superficiali e sotterranee (D.Lgs. 152/06);
    • Acque di scarico (D.Lgs. 152/06);
    • Acque di piscina;
  • Analisi eco-tossicologiche su:
    • Acque potabili;
    • Acque superficiali e sotterranee;
    • Acque di scarico;
    • Acque di balneazione.

Ecoanalisi Salento analizza:

  • Acque di falda;
  • Acque di piscina;
  • Acque superficiali;
  • Acque reflue civili ed industriali;
  • Acque e reflui da caratterizzare come rifiuti (ai sensi di parte Quarta del D.Lgs. 152/06) ai fini del loro corretto smaltimento o recupero in impianti regolarmente autorizzati.